Archivio mensile:giugno 2017

Boom di presenze a Gironi divini 2016. Storia, arte e vini: 40mila visitatori hanno invaso il centro storico della città

Gironi Divini 2Tagliacozzo. Migliaia di visitatori hanno invaso per tre sere il centro storico della città, in particolare il percorso della manifestazione dantesca che è riuscita a portare fino al Palazzo ducale una folla immensa, un risultato senza precedenti. Un vero record che supera anche i risultati delle precedenti edizioni. Non solo rievocazioni e degustazioni eno-gastronomiche all’edizione 2016 di “Gironi divini”, la grande manifestazione dantesca prevista a Tagliacozzo giovedi’, venerdi’ e sabato 18-19-20 agosto. Questo, oltre alle cantine piu’ blasonate, è stato anche l’anno che punta su una filiera naturale rispettando i parametri biovegan. Tra gli ospiti le cantine Agriverde e Cerretano di Orsogna che hanno fatto del rispetto della natura uno dei loro cavalli di battaglia nella produzione del vino.

Oltre alle cantine piu’ blasonate e importanti selezionate, non manchera’ poi l’ottimo vino prodotto dai discendenti diretti del Sommo Poeta nel cuore della Valpolicella, il Serego Alighieri. Anche quest’anno Gironi divini ha dedicato ampio spazio ai momenti di approfondimento sul vino abruzzese. Lo ha fatto insieme a esperti del settore e con il critico del vino e coordinatore per l’Abruzzo della prestigiosa guida Vini Buoni d’Italia edita dal Touring Club, Franco Santini. Il primo giorno le migliori etichette di Montepulciano presenti alla manifestazione hanno fornito uno spunto per evidenziare una delle grandi doti dell’uva autoctona: la versatilità, declinata in rosso e in rosa. Il secondo giorno i riflettori hanno puntato sui bianchi regionali. Grande attesa per l’elezione del Montepulciano dell’anno. Come nella battaglia citata da Dante, “e la’ da Tagliacozzo, ove sanz’arme vinse il vecchio Alardo”, quest’anno la battaglia si è ripetuta, ma a colpi di calice con la terza edizione del torneo. Nei palazzi storici della citta’, aperti al pubblico nella tre giorni di eventi, una competizione di 8 vini scelti tra i migliori della regione che si sono “sfidati” in una sorta di tabellone tennistico ed è stato proprio il pubblico a eleggere alla fine il “campione” di Gironi divini. L’evento, ideato per rievocare e promuovere la citazione della cittadina marsicana nel XXVIII canto dell’Inferno, è incentrato sull’arte con esposizioni, mostre, contest fotografici e anche un’estemporanea di pittura con i migliori artisti del centro Italia. E’ tornato anche un contest fotografico con un concorso a premi finalizzato a valorizzare le bellezze della Marsica e di Tagliacozzo, uno dei comuni aderenti al club de “I Borghi piu’ belli d’Italia”. Le foto sono state condivise sul social network e su Instagram tramite smartphone o tablet con l’hashtag #gironidivini.