I migliori bianchi abruzzesi trionfano nella prima serata di Gironi divini, questa sera tocca ai rosati

Tagliacozzo. I migliori bianchi abruzzesi trionfano nella prima serata di Gironi divini a Tagliacozzo e questa sera tocca ai rosati.

I bianchi autoctoni sono stati protagonisti del primo appuntamentodella tre giorni che animerà il centro storico della città citata da Dante nella Divina Commedia fino a domani sera. Un tripudio di luci, colori e sapori che ha fatto da cornice alla serata tutta dedicata al vino e al cibo abruzzese.

Lungo il centro storico e nei palazzi in tanti hanno apprezzato le opere esposte accompagnate da buona musica e un bicchiere di vino rigorosamente di casa nostra. Interesse ed entusiasmo ha suscitato la moneta realizzata dal maestro Giuliano Montaldi per celebrare i 750 anni della battaglia di Tagliacozzo.

Un conio promosso da Gironi divini per commemorare questo importante evento che cambiò le sorti dell’Italia. La moneta, in mostra alle scuderie di palazzo Ducale, è stata apprezzata dai presenti come del resto tutte le opere del maestro orafo presenti nell’esposizione.

Il concorso dei vini bianchi ha visto la partecipazione di un pubblico attento e appassionato. Una prima giuria tecnica aveva selezionato i dieci migliori vini da uve bianche provenienti da tutta la regione. I “finalisti” sono stati assaggiati alla cieca dalla giuria popolare e alla fine sono stati svelati in ordine di gradimento.

A raccogliere i maggiori consensi sono stato il Pecorino Aries 2017 dell’azienda Ciavolich, apprezzato per la capacità di coniugare struttura e naturalezza di beva, e la Malvasia 2017 dell’azienda Biagi, che ha colpito il pubblico con l’esuberanza aromatica tipica del vitigno e una freschezza assai piacevole.

Sul podio anche il Pecorino Shamàn 2015 di Rosarubra e l’altro Pecorino Giocheremo con i Fiori 2017 di Torre dei Beati: il primo è un vino ricco, materico, molto persistente, di un’azienda che fa sempre bella figura in queste situazioni; il secondo è ormai un “classico” della tipologia, pluripremiato dalla critica nazionale.

Questa sera Gironi divini incoronerà invece i migliori 8 cerasuoli, per una serata in rosa che si preannuncia molto interessante, grazie anche alla presenza di alcuni produttori. Ospite della serata saranno l’assessore regionale all’agricoltura, Dino Pepe e l’assessore regionale ai parchi e alle riserve, Lorenzo Berardinetti, che illustreranno ai presenti il sostegno che l’Abruzzo ha dato negli anni allo sviluppo delle culture vitivinicole. Ci sono ancora pochissimi posti liberi per parte della giuria, per informazioni  chiamare il 335753346.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *